ludopatia - gioco d'azzardo

“Quando devi arrampicarti
su una collina
non pensare che
rimandare la partenza
ne farà diminuire l’altezza.” 

– J. Brown Jr

Ludopatia

Che cos’è la ludopatia (o gioco d’azzardo patologico)?

Per ludopatia (o gioco d’azzardo patologico) si intende l’incapacità di resistere all’impulso di giocare d’azzardo o fare scommesse, nonostante si sia consapevoli che questo può portare a gravi conseguenze.

Le conseguenze della ludopatia (o gioco d’azzardo patologico)

Per continuare a dedicarsi al gioco d’azzardo e alle scommesse si arriva a trascurare lo studio o il lavoro fino ad arrivare a commettere furti o frodi. È una condizione molto seria che può arrivare a distruggere la vita. Durante i periodi di stress o depressione, l’ossessione di dedicarsi al gioco d’azzardo può diventare completamente incontrollabile. Questo espone a gravi conseguenze, personali e sociali. La ludopatia può portare a dissesti finanziari, alla compromissione dei rapporti e alla perdita del lavoro. Ma anche allo sviluppo di dipendenza da droghe o da alcol, arrivando fino al suicidio.

I sintomi della ludopatia (o gioco d’azzardo patologico)

Nel giocatore patologico si riscontrano sintomi di tolleranza, caratterizzati dal bisogno di aumentare la quantità di tempo da dedicare al gioco. Ma anche sintomi di astinenza, caratterizzati da ansia e irritabilità se il gioco viene interrotto. Il soggetto prova una tensione o un eccitamento crescente prima di compiere l’azione. E gratificazione o sollievo nel momento in cui la compie. In seguito possono essere invece presenti rimorsi e sensi di colpa.

I criteri diagnostici che definiscono il gioco d’azzardo patologico nel DSM-IV-TR lo descrivono come un comportamento maladattativo, persistente e ricorrente. Con ripercussioni sulla situazione economica e relazionale e con alcune caratteristiche simili a quelle delle dipendenze da sostanze.  Un eccessivo coinvolgimento nell’attività, la necessità di giocare quantità sempre maggiori di denaro per raggiungere l’eccitazione desiderata, l’insuccesso nei tentativi di interrompere il comportamento, l’irrequietezza e l’irritabilità provocate dal tentativo di spezzare l’abitudine e la compromissione di importanti attività sociali o lavorative.

Forme di intervento

Il supporto fornito dalla famiglia è considerato un importante fattore di protezione. Riduce infatti le reazioni del giovane allo stress e contemporaneamente rinforza il suo livello di autostima. Spesso il giocatore patologico rifiuta di ammettere l’evidenza della propria condizione. Ignora l’invito di familiari e amici ad intraprendere una terapia.

La ludopatia è dunque una vera e propria dipendenza e non va sottovalutata. Si supera attraverso un adeguato percorso terapeutico. Intervenire fin dai primi segnali di problematicità aumenta le possibilità di risolvere il problema in tempi brevi. Questo evita di complicare la situazione personale e familiare.

Per superare una  dipendenza come la ludopatia o gioco d’azzardo patologico contattami per fissare un appuntamento a Formia.

INVIA UN MESSAGGIO