disturbi del sonno

Disturbi del sonno

Che cosa sono i disturbi del sonno?

I disturbi del sonno sono oggi fra i più frequenti e diffusi nella popolazione e si manifestano a tutte le età. Avere difficoltà ad addormentarsi, non riuscire a riposare bene o a sufficienza, è una sintomatologia comune. Si manifesta sia nell’aspetto che nel comportamento (ansia, irritabilità, uno stato generale di nervosismo e una sensazione costante di stanchezza).

Possono essere catalogati in tre categorie: parainsonnie, russamento e apnea, insonnia.

Parainsonnie

Il sonnambulismo è tra le più comuni parainsonnie. Identifica disturbi e comportamenti che si verificano durante il sonno e ne alterano la qualità.  E’ un disturbo frequente soprattutto nei soggetti che attraversano periodi di particolare ansia o stress, in caso di abuso di alcool o in chi dorme ad orari irregolari. Poiché influisce sul normale ritmo sonno-veglia, non permette un equilibrio nel riposo. Una causa frequente del disturbo è l’ansia, che va affrontata con uno specialista.

Russamento e Apnea

Sono molte le cause che determinano il russare, un fenomeno che influisce non solo sulla qualità del sonno di chi russa, ma anche su quella di chi gli dorme accanto. La causa di tutto è un’ostruzione delle alte vie respiratorie. Quando il russare compromette la qualità del sonno, le conseguenze sono stanchezza, irritabilità e sonnolenza.

L’apnea ostruttiva è un fenomeno molto più grave del normale russare perché, pur durando solo pochi istanti, può ripetersi svariate volte durante la notte. Comporta il continuo risveglio del soggetto che ne soffre, in quanto causa una sorta di soffocamento. Il sonno di chi soffre di questo disturbo viene così interrotto bruscamente dalla mancanza d’aria e la persona si sveglia ansimando. Nei casi più gravi di apnea ostruttiva la vita del soggetto è fortemente compromessa. Risulta difficoltoso lo svolgimento di normali mansioni quotidiane o lavorative. La guida è sconsigliata a causa della stanchezza e dello stress. Può essere penalizzata anche la vita sessuale e in generale l’umore è estremamente instabile.

Insonnia

La durata media del sonno varia da persona a persona in quanto non tutti hanno bisogno dello stesso numero di ore di sonno per stare bene. L’insonnia, vale a dire la difficoltà o l’incapacità di addormentarsi o dormire per periodi sufficientemente lunghi, è tale se comporta reali problemi fisici e mentali al soggetto. Le cause possono essere molteplici, e, per quanto riguarda la durata, vi sono tre tipi di insonnia: transitoria, a breve termine, cronica.

Insonnia Transitoria

L’insonnia transitoria può avere un’origine emotiva o può essere causata da fattori esterni momentanei. L’eccitazione che deriva da una notizia, un evento, un’emozione o l’ansia che precede una giornata importante vanno ad influire sul sistema nervoso e mantengono il cervello in stato di veglia. Un semplice raffreddore, rumori troppo forti, cambio del fuso orario, possono essere tra le cause dell’insonnia transitoria. Si risolve con il superamento dell’evento emotivo o la rimozione del problema esterno.

Insonnia a Breve Termine

L’insonnia a breve termine dura non più di due o tre settimane. Generalmente è di origine emotiva ed è causata da stati di stress come la rielaborazione di un lutto o l’insorgenza di una malattia grave in un congiunto. Spesso la difficoltà ad addormentarsi è determinata proprio dall’incapacità di staccare l’attenzione dal problema. Appena lo stress tende a diminuire l’insonnia tende a risolversi spontaneamente. In caso contrario potrebbe essere necessario rivolgersi ad uno specialista per la risoluzione dell’insonnia. L’intervento specialistico interviene infatti prima sulla situazione emotiva e sullo stress. L’attenzione sulla situazione fisica e di riposo è invece successiva.

Insonnia Cronica

La forma di insonnia cronica è quella che è diventata ormai abituale e continua nel tempo. Può avere origine da fattori psicologici, fisiologici, ambientali. Qualsiasi evento può scatenare l’insonnia, che può risolversi da sé, come nel caso di quella a breve termine, oppure cronicizzarsi. In quest’ultimo caso diventa un disturbo più grave con conseguenze anche importanti. Fattori come un forte e prolungato stress possono essere fra le cause.

Nell’insorgenza di tutte le forme di insonnia è fondamentale il fattore psicologico. Molti dei soggetti colpiti da questo disturbo lamentano sentimenti di rabbia o ira, o situazioni di stress e ansia. La capacità di rilassamento mentale, a cui segue quello fisico, risulta fondamentale.

È bene quindi rivolgersi ad uno specialista che sia in grado di individuare, limitare o eliminare il fattore psicologico che provoca il disturbo.

Per superare i problemi riguardanti i disturbi del sonno contattami per fissare un appuntamento a Formia.

INVIA UN MESSAGGIO